La pubblicità radiofonica si fa sentire (e ricordare)

Sono trascorsi 43 anni da quando la band britannica dei Buggles cantava per la prima volta l’iconica hit “Video Killed The Radio Star”. Il video non ha ucciso niente e nessuno, ovviamente. 

 

La radio è più viva che mai, ancora oggi è il mezzo di comunicazione più diffuso al mondo. Secondo mediapulse.ch, nella Svizzera Italiana l'87% della popolazione l’ascolta in media 107 minuti al giorno.

 

E ora, a riprova dei segnali di vitalità della radio, arriva la ricerca di Swiss Radioworld AG che ha ha analizzato l’efficacia della pubblicità radiofonica su un campione di popolazione della Svizzera Tedesca, Francese e del Ticino, di età superiore ai 15 anni.

 

Quali sono i risultati di questa ricerca? Non cambiare stazione, lo scopriamo dopo un piccolo break.

 

La pubblicità in radio è credibile

Il primo dato che salta all’occhio è che circa la metà degli intervistati considera gli spot radiofonici credibili (46%). Tra i giovani di età compresa tra i 15 e i 34 anni, questo valore è addirittura del 57%.

Inoltre il 39% ritiene che la pubblicità radiofonica sia informativa (il dato sale al 41% per gli under 35).

 

Spot radiofonici: lunghi, creativi e divertenti

Per quanto riguarda i criteri che sono ritenuti importanti dagli intervistati, troviamo:

  • lunghezza à 38%
  • originalità/creatività à32%
  • umorismo à32%

La pubblicità radiofonica si fa ricordare

Un’indagine condotta a maggio 2022 sulla campagna di lancio dell’app finanziaria Yuh, ha dimostrato che gli spot radiofonici hanno un chiaro effetto attivante, soprattutto in termini di attività di follow-up e di ricerca di informazioni.

La brand awareness di Yuh è aumentata nel pubblico target di 20-35 anni e 1 persona su 5 è stata in grado di ricordare lo spot radio.

In particolare, dopo aver sentito il messaggio gli intervistati hanno:

  • avuto una conversazione con qualcuno sull'app Yuh o su questa pubblicità à 12%
  • letto di più su Yuh à 12%
  • consigliato l'app Yuh a qualcuno à 7%
  • usato l'app Yuh à 5%
  • scaricato l'app Yuh à 4%

 

Riassumendo:

  1. La pubblicità radiofonica è percepita come credibile e accuratamente informativa.
  2. I fattori più importanti sono la durata, l'originalità e la natura divertente dello spot.
  3. L’ascolto di una campagna radio fa aumentare la notorietà del marchio e ha un chiaro effetto attivante.

 

Chiudiamo la trasmissione con le parole di Trevor Horn, bassista dei Buggles: “Il video non ha ucciso the radio star. Forse lo ha fatto per un paio di minuti, ma la radio è tornata di nuovo in vita ed è ancora in salute.”

 

Vorresti ottenere maggiore visibilità per il tuo brand o la tua azienda attraverso una campagna pubblicitaria radiofonica?

Contattaci

 

Scritto da MediaTI Marketing